La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

STRISCIONI DELLE STUDENTESSEVERSO L'8 MARZO

Inviato 2018/03/06

di Sonia La Farina

Stanotte le studentesse in lotta verso l'8 marzo hanno affisso decine gli striscioni in diversi punti della città.

«Spinte dallo slogan "Le strade sicure le fanno le donne che le attraversano" - raccontano - abbiamo deciso di scardinare il luogo comune secondo cui le donne sono soggetti deboli e, soprattutto di notte, devono attraversare le strade di questa città sempre in compagnia di una qualunque figura maschile».

«Da settimane - continuano - pubblicizziamo la manifestazione che si terrà giovedì 8 marzo, con volantinaggi e manifesti ovunque. Alla luce di recenti fatti di cronaca, riteniamo che oggi abbia più valore che mai».

Giovedì 8 marzo si terrà alle 10 un sit-in in piazza Università a cura della rete NUDM-Catania. Nel pomeriggio la manifestazione cittadina con partenza alle 16.30 da piazza Roma.

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)