UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

SISMA 26 DICEMBRE: COSTITUITO IL "COMITATO TERREMOTATI DI SANTO STEFANO"

Inviato 2019/01/04

di Sonia La Farina

Un Comitato per non spegnere i riflettori sul sisma del 26 dicembre.
A pochi giorni dal terremoto che ha colpito la zona di Zafferana Etnea la notte del 26 dicembre scorso, i cittadini di Fleri, Poggio Felice e Pisano hanno costituito il “Comitato terremotati di Santo Stefano”.

Guidato dal presidente Salvatore Scalia, ex procuratore generale di Catania e dal vice presidente Giuseppe Messina, il Comitato ha l’obiettivo di non spegnere i riflettori su quanto accaduto e sui disagi che il sisma ha provocato.
Inoltre prevede un consiglio direttivo ed un’assemblea alla quale parteciperanno i rappresentanti delle frazioni interessate.

Tra gli scopi, anche quello di affiancare l’amministrazione nella risoluzione dei problemi conseguenti il terremoto. È stato infatti chiesto al sindaco di Zafferana, Alfio Vincenzo Russo, di nominare un referente con il quale interloquire.

Il Comitato sarà inoltre parte attiva nel sollecitare l’adozione, da parte dell’amministrazione regionale, dei provvedimenti necessari per una ripresa tempestiva delle attività produttive. Inoltre, si pone anche il fine di vigilare sul corretto utilizzo dei fondi che verranno eventualmente distribuiti e di informare in maniera chiara i cittadini, supportandoli nelle procedure da seguire per inoltrare le richieste.

Il tutto affinché i cittadini attualmente sfollati possano fare al più presto rientro nelle loro abitazioni.
Il numero telefonico al quale inoltrare richieste generali e segnalazioni è 3920877440


 

 

 

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)