La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

METROPOLITANA: SCIOPERO IN TUTTI I CANTIERI

Inviato 2018/05/02

di Sonia La Farina

Metropolitana, sciopero in tutti i cantieri.

Le segreterie provinciali dei sindacati dei lavoratori delle costruzioni Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno proclamato per tutta la giornata di oggi lo sciopero di tutte le maestranze presenti nei due cantieri della CMC per la metropolitana di Catania, sul lotto Nesima-Monte Po’ e Stesicoro-Palestro.

I motivi della protesta sarebbero dovuti alla volontà dell’azienda di licenziare 84 lavoratori del cantiere Nesima-Monte Po.

«Lo scorso febbraio – dichiarano i sindacati – l’azienda ci ha comunicato l’apertura di una procedura di licenziamento collettivo per riduzione di personale per 84 maestranze su 165 lavoratori in forza presso il cantiere del lotto di metropolitana Nesima-Monte Po’. A marzo non abbiamo raggiunto nessun accordo, nemmeno sulla nostra proposta di un percorso di cassa integrazione ordinaria, idonea a “traghettare” il personale in esubero presso il nuovo lotto Stesicoro-Palestro, recentemente appaltato alla stessa CMC».

«La situazione ha un altro aspetto di gravità – denunciano ancora – Ai dipendenti, spesso, è stato chiesto di prestare quotidianamente lavoro straordinario e, in alcuni casi, si è addirittura lavorato su turni di 12 ore di lavoro continuativo. Non solo. Denunciamo altre irregolarità contrattuali, come discrezionali attribuzione di livelli e mansioni e di indennità di galleria e di turno».

«Pertanto, nel ribadire la forte preoccupazione legata alle possibili perdite occupazionali e allo stato di tensione tra i lavoratori che tali misure potrebbero causare – concludono – abbiamo proclamato lo stato di agitazione di tutte le maestranze e lo sciopero di oggi».

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)