La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

GARIBALDI: 11 LICENZIAMENTI NEL PERSONALE SANIFICAZIONE E PULIZIA. IL 23 SCIOPERO

Inviato 2018/04/11

di Sonia La Farina

Si parla di 11 licenziamenti per il personale di sanificazione e pulizia impiegato presso l’Arnas Garibaldi e gestito dalla Russotti Hotels. A comunicarlo Davide Foti, segretario generale della Filcams Cgil e Concetta La Rosa della segreteria provinciale: «si tratta di una procedura di licenziamento collettivo che nasce da un esclusivo conflitto di natura economica tra Arnas e Russotti e non da un problema di esubero di personale, che invece risulta tutto utile e indispensabile al servizio».

«Non accettiamo che i lavoratori debbano pagare sulle loro spalle i mancati accordi economici fra aziende - continuano - fra l’altro l’Arnas ha appena concluso le procedure di una “gara ponte” che dovrebbe poi portare a quella CUC (Centro Unico Committenza) della Sicilia, che ha visto la Russotti partecipare con una offerta che poco si discosta dalla precedente e che prevede anche servizi aggiuntivi. Rimaniamo sgomenti di fronte a tale decisione, oltre a non capirne le ragioni. Più volte Arnas e Russotti hanno ripetutamente smentito le ragioni esposte dall’altro».

Per il 23 aprile è stato proclamato lo sciopero: «anche questa volta la Filcams Cgil di Catania - concludono i segretari - scenderà in campo a tutela e difesa dell’occupazione proclamando una prima giornata di sciopero».

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)