UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

FORESTALI E CONSORZI: DOPO 4 GIORNI, STOP AL PRESIDIO ALL'ARS A PALERMO

Inviato 2019/03/29

di Sonia La Farin

Forestali e consorzi: dopo 4 giorni di presidio davanti all’Ars a Palermo, arriva la convocazione del primo incontro pro riforme.

La mobilitazione di forestali e consorzi, sotto la sede della presidenza della Regione siciliana, per rivendicare le riforme pro stabilizzazione, si è conclusa con la convocazione di un incontro pro riforme, fissato per giovedì 4 aprile alle 9.00, con l’assessore all’Agricoltura e l’assessore al Territorio.

«L’avvenuta convocazione – commenta Maurizio Grosso, segretario generale Sifus Confali – per discutere di riforme ed attivare l’iter, pur essendo un fatto importante nella forma, potrebbe non esserlo nella sostanza, qualora il Governo ci prospettasse una proposta che non allarga le competenze di forestali e consorzi a partire dalla messa in sicurezza del territorio e che non ambisca alla stabilizzazione».

«Pertanto – continua – il risultato di oggi rappresenta la data dell’inizio di una partita tutta da giocare in cui ce la metteremo tutta per far passare le riforme pro stabilizzazione che vogliamo noi. Qualora nell’incontro di giovedì prossimo la partita dovesse mettersi maluccio, o sciaguratamente, non iniziare, il Sifus ha già pronto il "piano B" che, eventualmente, presenterà con conferenza stampa, venerdì 5 aprile».

 

 

 

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)