La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

EMERGENZA POST SISMA: ARRIVANO I CONTRIBUTI PER GLI SFOLLATI

Inviato 2019/01/03

di Sonia La Farina

Emergenza post sisma: a Zafferana si lavora per fronteggiare le problematiche scaturite dal terremoto dello scorso 26 dicembre. Sono state infatti rese note le direttive riguardanti i contributi di autonoma sistemazione che saranno attuate all'ok del Commissario delegato, Calogero Foti (capo delle Protezione Civile Regionale).

Il provvedimento scatterà immediatamente per chi non ha trovato riparo nelle strutture alberghiere e sarà valido per gli altri sfollati quando lasceranno l'albergo.

Queste le cifre:
ai nuclei familiari la cui abitazione è stata distrutta verrà assegnato un contributo mensile per l'autonoma sistemazione di € 400,oo (monofamiliari), € 500,oo (per i nuclei familiari composti da due unità), € 700,oo (per tre unità), € 800,oo (per quattro unità) e € 900,oo (per cinque o più unità).

Per persone di età superiore a 65 anni, portatrici di handicap o disabili con una percentuale di invalidità non inferiore al 67%, sarà concesso un contributo aggiuntivo di € 200,oo mensili per ognuno.

I benefici economici sono concessi a decorrere dalla data indicata nel provvedimento di sgombero dell'immobile e sino a quando non si siano realizzate le condizioni per il rientro nell'abitazione.

Inoltre, il Commissario è autorizzato ad assegnare un contributo massimo di € 25.000, per unità immobiliare, per la realizzazione degli interventi necessari a ripristinare in tempi rapidi le condizioni di agibilità degli immobili.

Questo provvedimento potrà essere adottato in alternativa al contributo per l'autonoma sistemazione che in questo caso potrà essere erogata per il tempo necessario alla realizzazione degli interventi e, comunque, non oltre 120 giorno dalla presentazione della documentazione.

Intanto proseguono i sopralluoghi dei tecnici per la verifica dell'agibilità e staticità degli immobili.

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)