UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

OMICIDIO GIORDANA DI STEFANO: 30 ANNI PER L'EX COMPAGNO, LUCA PRIOLO. LE PAROLE DELLA MAMMA, VERA SQUATRITO

Inviato 2019/01/29

di Sonia La Farina

«Quando è arrivato il momento del verdetto ho guardato in alto ed ho fatto il segno della croce... rivolgendomi a te che sei la mia forza e il mio cuore... e 30 anni sono stati confermati…».

Con queste parole, Vera Squatrito, madre di Giordana Di Stefano uccisa 4 anni fa dall’ex compagno Luca Priolo, annuncia sui social la conferma della condanna a 30 anni di carcere per l’uomo.

La terza sezione della Corte d’Assise d’Appello di Catania ha infatti confermato la condanna a 30 anni di reclusione per il 27enne che il 6 ottobre 2015 assassinò con 42 coltellate la 20enne Giordana Di Stefano, ex compagna e mamma di sua figlia.

«So che nulla abbiamo vinto…  – continua Vera Squatrito – noi abbiamo perso TE e non vinceremo mai in questa terra maledetta....».

 

 

 

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)