UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Giornalista pubblicista

- Specializzazione in "Giornalismo on line"

- Laurea specialistica in "Culture e linguaggi per la comunicazione"

- Laurea triennale in "Scienze della comunicazione"

Seguimi anche sui canali social:

 

 

 

CORRUZIONE, ACCESSO ABUSIVO A SISTEMA INFORMATICO E RIVELAZIONE DI SEGRETI D'UFFICIO: ARRESTATI AVVOCATI E FUNZIONARI DELLA RISCOSSIONE SICILIA

Inviato 2019/01/14

di Sonia La Farina

Su delega della Procura distrettuale di Catania, la Guardia di Finanza, nell'ambito dell'indagine di professionisti e dipendenti "infedeli" di Riscossione Sicilia s.p.a. (sedi Catania e Messina), ha eseguito un'ordinanza di misure cautelari, emessa dal Gip del Tribunale, nei confronti di 6 soggetti: 3 agli arresti domiciliari e 3 destinatari di misure interdittive.

I soggetti sarebbero responsabili, a vario titolo, di concorso in corruzione continuata, accesso abusivo ad un sistema informatico e rivelazione di segreti di ufficio.
Tra loro, due avvocati catanesi, uno dirigente in pensione della Serit (oggi Riscossione Sicilia s.p.a.), e 3 funzionari attuali dipendenti dell'Ente di riscossione regionale.

I particolari dell'operazione saranno illustrati tra poco dal procuratore Carmelo Zuccaro.

 

 

 

 "Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)