La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

CASO CRISAFULLI: LA PERIZIA DA' RAGIONE ALL'ACCUSA. INDAGINE RIAPERTA

Inviato 2018/04/28

di Sonia La Farina

"Mimmo abbiamo vinto". Con queste parole, Pietro Crisafulli, padre di Domenico morto lo scorso anno in un incidente stradale, ci comunica l'esito della perizia effettuata poche settimane fa all’incrocio tra via del Bosco e via De Logu.

La perizia darebbe ragione alla famiglia Crisafulli, confermando quanto ha dichiarato l'accusa.

L'indagine è stata riaperta e quando verrà chiusa si saprà se la donna alla guida della Smart sarà o meno processata.

«Non molliamo ed andiamo avanti nel nome di Mimmo e dei miei nipotini rimasti orfani - dichiara Pietro Crisafulli - Grazie a tutti quelli che mi sono stati vicini e al mio avvocato, Giuseppe Incardona, che con grande umanità e professionalità non ha mai mollato».

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)