UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Giornalista pubblicista

- Specializzazione in "Giornalismo on line"

- Laurea specialistica in "Culture e linguaggi per la comunicazione"

- Laurea triennale in "Scienze della comunicazione"

Seguimi anche sui canali social:

 

 

 

SANT'AGATA: LA MESSA DELL'AURORA

Inviato 2019/02/04

di Sonia La Farina

Sono le 4 del mattino, il cielo è ancora buio e i devoti con il sacco attraversano la via Etnea.

È questo lo scenario che si vede in città a poche ore dalla Messa dell’Aurora. Momento che segna il vero e proprio incontro con la Patrona di Catania.

Sì, perché dopo un anno, la nostra Agata esce dalla sua cameretta e torna tra i suoi fedeli. Torna tra le sue vie e tra i catanesi. Torna tra di noi.

Noi devoti, dentro e fuori la Cattedrale, per cantare, pregare e aspettare.

Aspettare il momento più atteso: l’incontro con Agata…

Sono le 5.20 e tra i fazzoletti bianchi che svolazzano e le parole “semu tutti devoti tutti”, la Patrona esce dalla sua cameretta.

 

Al termine della Santa Messa in suo onore, celebrata dall’arcivescovo Salvatore Gristina, alle 7.18 Agata è di nuovo tra i suoi fedeli: “Cittadini viva Sant’Agata!”

 

 

Segui su www.sonialafarinanews.it la prossima tappa

 

 

 

 

 "Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)