La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

RACCOLTA RIFIUTI: STABILIZZATI I 105 LAVORATORI DEL BACINO PREFITTIZIO. SARANNO ASSUNTI DALLA DUSTY A TEMPO INDETERMINATO

Inviato 2018/08/30

di Sonia La Farina

Saranno finalmente stabilizzati, come chiedevano mesi fa durante le loro proteste, tutti i 105 lavoratori del bacino prefettizio per la raccolta rifiuti. I lavoratori saranno infatti assunti, a tempo indeterminato, dalla Dusty, azienda aggiudicataria dell’appalto ponte che comprende la raccolta anche nel 25% del territorio finora gestito dal Comune stesso.

Lo rendono noto il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore all’ambiente Fabio Cantarella.

«Un fatto importante – dichiara Pogliese – che garantisce finalmente stabilità lavorativa a oltre cento famiglie che da parecchi anni hanno dovuto subire le difficoltà del precariato, tutti operatori che hanno una notevole esperienza nel settore».

«Siamo soddisfatti anche per i 32 lavoratori della Sicilcar – aggiunge – azienda che finora ha gestito i mezzi comunali della nettezza urbana, per cui la Dusty si è impegnata ad aprire un tavolo tecnico per impiegare anche questo personale».

«Un successo raggiunto nella massima trasparenza – conclude il sindaco – che premia anche l’impegno delle rappresentanze sindacali e dell’assessore, per risolvere una vicenda complessa che si è chiusa positivamente nell’interesse dei lavoratori e di un servizio di raccolta rifiuti che con la sinergia di tutti gli attori, finalmente, già dai prossimi giorni deve segnare una svolta significativa nel segno dell’efficienza».   

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)