UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Giornalista pubblicista

- Specializzazione in "Giornalismo on line"

- Laurea specialistica in "Culture e linguaggi per la comunicazione"

- Laurea triennale in "Scienze della comunicazione"

Seguimi anche sui canali social:

 

 

 

NUOVA RETE AMT E SISTEMA BRT 2

Inviato 2019/05/29

di Sonia La Farina

Nuova rete AMT e sistema BRT 2. Si sono incontrati questa mattina, nella sede della V circoscrizione, il presidente della V municipalità Angelo Patanè Di Fede e il presidente dell’AMT Giacomo Bellavia, per discutere della ridefinizione della rete trasporti e dell’avvio del prossimo BRT.

Presenti anche l’ingegnere Salvatore Caprì, l’assessore alla mobilità Giuseppe Arcidiacono e i consiglieri.

Sul posto la nostra redazione per far conoscere ai cittadini l’intenzione di modificare i percorsi attuali degli autobus e di avviare a breve il BRT 2, che percorrerà il viale Mario Rapisardi.

«Abbiamo predisposto una seduta di consiglio – dichiara Angelo Patanè Di Fede – per portare a conoscenza dei cittadini, dei commercianti e di tutte le parti sociali che vivono il territorio, in particolare il viale Mario Rapisardi, degli importante progetti dell’AMT. In primis la realizzazione del BRT 2, il cosiddetto autobus veloce che dovrebbe migliorate il servizio pubblico dei trasporti. L’idea è appunto quella di realizzare un mezzo rapido che riesca a collegare in pochi minuti Nesima e il viale Mario Rapisardi con il centro di Catania».

«Ci saranno tante difficoltà – continua il presidente della V circoscrizione – perché il territorio sicuramente non è pronto per questa innovazione. Purtroppo non è pronto per motivi più culturali che strutturali. Gli ingegneri oggi dimostreranno che tecnicamente è possibile fare una corsia preferenziale al centro, senza stravolgere quelle che sono le strategie urbanistiche del territorio. Ma si sa, le innovazioni fanno sempre un po’ paura. Tuttavia, se vogliamo migliorare e dare una chiave di lettura diversa a questa società, che tende ad andare verso un’idea di mobilità intelligente ed ecologica, bisogna fare delle scelte importanti come questa».

Ai microfoni di www.sonialafarinanews.it anche il presidente dell’AMT, Giacomo Bellavia: «Stiamo presentando in tutte le municipalità la nuova rete, perché quella di oggi è una rete di 20 anni fa, immaginata per un numero di mezzi molto elevato che oggi non è più possibile mettere in campo, a causa della riduzione che l’azienda ha subito negli anni. Quindi dobbiamo rendere la rete più efficiente e più funzionale».

«In particolare nella V circoscrizione – aggiunge il presidente dell’AMT – si cercherà di potenziare le linee più fruite, evitando sovrapposizioni di linee e razionalizzando i percorsi. Coordinando questa nuova rete con i BRT che verranno implementati da qui all’anno prossimo. Sul viale c’è proprio il progetto del BRT 2 che dovrebbe partire dal parcheggio scambiatore di Nesima, proseguire per tutto il viale Mario Rapisardi, arrivare fino al centro e poi dall’altro lato in piazza Europa».

Il loro augurio è quello di realizzare queste migliorie al più presto, dopo la giusta consultazione con i cittadini e con i consigli di quartiere. Si resta in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Di certo, conclude Giacomo Bellavia «la rete così come l’abbiamo ereditata non può funzionare».

 

 

 

 "Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)