La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

DOPPIO SCIOPERO SNALV: PULIZIERI DEL COMUNE DI BELPASSO E INSEGNANTI DI SOSTEGNO DI CATANIA

Inviato 2018/04/24

di Sonia La Farina

Doppio sciopero indetto dallo Snalv: pulizieri del Comune di Belpasso e insegnanti di sostegno a Catania senza stipendio da mesi.

Sono stati indetti, per stamattina, dal sindacato Snalv due scioperi.

I lavoratori che si occupano delle pulizie al Comune di Belpasso che si astengono dal lavoro «contro la mala gestione dello stesso – si legge nella nota del sindacato – e il conseguente e continuato ritardo nel pagamento degli stipendi». Lo stipendio arriverebbe infatti 4 o 5 mesi dopo il dovuto.

«Più volte convocati in Prefettura, i rappresentanti del Comune di Belpasso a volte vengono altre no, in ogni caso non risolvono mai il problema – afferma il segretario regionale Snalv, Antonio Santonocito – È vergognoso che un Comune tratti così i lavoratori che provvedono a mantenere pulito il municipio».

E in sciopero anche gli insegnati di sostegno della cooperativa Vita sì, che fanno servizio nelle scuole dell'obbligo del Comune di Catania.

«È assurdo che si attenda ancora il pagamento di dicembre, non si può sempre versare sui lavoratori le inefficienze di altri – dichiara ancora il segretario regionale Snalv – Quando poi gli inadempienti sono enti pubblici come in questi casi, la vertenza è ancora più triste. Continueremo a scioperare per l'affermazione dei diritti».

"Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)